Marmellata di ciliegie al profumo di zibibbo e cannella

Marmellata_ciliegie_profumata_zibibbo_cannella
Marmellata_ciliegie_profumata_zibibbo_cannella

Marmellata di ciliegie al profumo di zibibbo e cannella la ricetta di oggi

Oggi ho preparato questa deliziosa marmellata con una variante rispetto al solito procedimento, ho voluto profumarla all0 zibibbo e cannella.

Devo riconoscere che la ciliegia si presta al connubio con i liquori, ma in particolare ritengo che la cannella sia un ottimo abbinamento con questi piccoli frutti succosi, ancor di più rispetto alla mela, che solitamente le viene associata.

Mr.Big ha avuto come sempre con me, una straordinaria pazienza, è andato a prendere delle ciliegie biologiche da un nostro produttore di fiducia, qui, e mi ha aiutata a denocciolarle per prepararle alla marmellata.

Marmellata_ciliegie_zibibbo_cannella
Marmellata_ciliegie_zibibbo_cannella

Diciamo che insieme siamo stati terribili, perchè sono state per la maggior parte quelle mangiate, piuttosto che quelle lasciate nella ciotola a macerare per preparare la marmellata.

Alla fine avevamo le dita rosse come il sangue, la pancia piena e la ciotola piangente!!

Ma siamo riusciti comunque ad ottenere un’ottima marmellata che con piacere condivido anche con voi.

 

Marmellata di ciliegie al profumo di zibibbo e cannella

 

Ingredienti per 4 barattoli da 200 ml di Marmellata di ciliegie al profumo di zibibbo e cannella:

1.100 kg di ciliege denocciolate

500 g di zucchero di canna

2 stecche di cannella

50 ml di zibibbo

 

Procedimento:

lavare e mondare le ciliege, privarle del nocciolo e dividerle a metà

metterle in una ciotola capiente mescolarle con 200 g di zucchero e riporle in frigo coperte dalla pellicola trasparente

trascorso un paio d’ore unire il liquore e le stecche di cannella, mescolare e lasciare macerare ancora in frigo per una notte sempre avendo cura di coprirle con la pellicola

il giorno seguente versare la frutta macerata in una pentola capiente, eliminare le stecche di cannella, unire lo zucchero rimanente iniziare a mescolare e procedere alla cottura della marmellata

procedere mescolando di tanto in tanto fino a completa cottura

per verificare che la marmellata sia pronta fare la prova piattino

ovvero mettere un pochino di marmellata su un piattino e aspettare che si raffreddi

a questo punto inclinare il piattino, se la marmellata non colerà sarà pronta

mentre la marmellata è in cottura procedere alla sterilizzazione dei barattolini

io uso il microonde

dopo averli lavati per bene li riempio di acqua fino a metà e li lascio nel microonde alla massima potenza per 5 minuti

a questo punto li svuoto e li capovolgo su un panno pulito e li lascio asciugare naturalmente

mentre per le capsule del sottovuoto, una volta lavate per bene, le metto ad asciugare nel microonde e poi le adagio accanto ai barattolini sul panno pulito se fossero ancora bagnate

una volta che la marmellata sarà pronta, andrà versata ancora bollente nei barattoli, che andranno chiusi ermeticamente e capovolti a testa in giù

lasciarli così per una notte, il mattino seguente il sottovuoto sarà pronto

capovolgerli e riporli in una credenza al buio fino al loro utilizzo, una volta aperti io li conservo in frigo per qualche giorno

 

 

Print Friendly, PDF & Email
More from Federica Tommei

Involtini di petto di pollo

Oggi ho pensato di proporvi gli involtini di petto di pollo, sono...
Read More

4 Comments

    • Ciao Sabrina,
      piacere di conoscerti.
      Si hai proprio ragione davvero da gustare a cicchiaini pieni!!!

  • Ahahaha ma come ve le se siete mangiate quasi tuttee ahahaha!!! ☺

    Interessante in procedimento della macerazione per far infondere i profumi non lo avevo mai sentito.

    • Eh già siamo due golosoni!!! 😉
      Comunque un pochino siamo riusciti a farle avanzare per la marmellata!!!
      Vero?!? non lo avevi mai provato? Fammi sapere se hai modo di testarlo, è un procedimento sicuro!!
      Buona giornata…

Comments are closed.