Crocchette zucchine e menta e app di contemporaneofood

couscouszucchinementaappcontemporaneofood
couscouszucchinementaappcontemporaneofood

Crocchette zucchine e menta e app di contemporaneofood

Oggi siamo nuovamente a presentare una nuova intervista di una blogger davvero eccezionale.

Ma prima di passare all’intervista di Sara del blog Per Amore cibo in viaggio vi ricordo la nostra iniziativa che ci ha portato ad intervistare tutte queste bravissime blogger:

come vi avevo detto nei post precedenti, io e la mia amica Cristina Saglietti del blog Contemporaneofood, abbiamo pensato di intraprendere una collaborazione per permettere a foodblogger e appassionati di foodphotography e di cucina di conoscersi meglio,  e di farsi conoscere ad un pubblico più ampio.

Tutto questo lo metteremo in pratica con pubblicazioni periodiche, ospitando nei nostri ripettivi blog, PaprikaeCannella e Contemporaneofood  i blog ospiti e le loro ricette, all’iniziativa potranno partecipare anche appassionati di food e foodphotography che non hanno un proprio blog, ma condividono la loro passione sul profilo di Instagram.

Questa iniziativa l’abbiamo pensata per lanciare l’app di Contemporaneofood di Cristina, che potrete scaricare sia per android che per ios.

Sull’app di Cristina, saremo tutte ospiti con le nostre interviste e le nostre ricette in un’apposita categoria Gli amici di contemporaneofood.

Devo dire che questa nostra inziativa sta riscuotendo un ottimo successo, e a me in particolare sta appassionando, mi incuriosisce andare a scoprire i blog e i profili IG delle amanti di food che stiamo conoscendo, e mi piace conoscere persone nuove, anche se solo virtualmente.

Crocchette zucchine e menta e app di contemporaneofood

Sara Guida ci ha preparato per presentarci la sua intervista delle crocchette deliziose, di zucchine cous cous e menta da pucciare in una salsa allo yogurt, direi che meglio di così non poteva andare, e mentre si chiacchiera per l’intervista una crocchetta tira l’altra.

Ma passiamo alla sua intervista, si chiama Sara Guida, una traduttrice, che ama viaggiare e cucinare:

 

1. In che modo hai approcciato al mondo del food e foodphotography? Ho letto che sei cuoca e pasticciera di professione, parlamene…

Quando nasci in Puglia il tuo rapporto con il cibo in qualche modo è già stato scritto. La tradizione culinaria salentina, che è la mia e quella della mia famiglia prima di me, è permeante e non puoi fare a meno di amarla e ritrovarti completamente immerso in essa. La foodphotography invece è arrivata più tardi, un annetto fa, ed è stato un continuo crescere. Sebbene di strada da fare ce ne sia ancora. Non sono una cuoca o pasticcera professionista, e nemmeno una fotografa, ma non nascondo di averci fatto un pensierino a volte…

2. In che periodo della tua vita sapresti collocare la nascita di questa tua passione? Hai deciso fin da ragazzina di fare la cuoca?

La passione si è sviluppata fin da bambina, abituata a curiosare nella cucina di mia nonna paterna mentre era intenta a preparare i suoi manicaretti, dalla pasta fresca con semola di grano duro dei nostri campi, alle frittelle di zucchine e menta, fino alle sue profumatissime crostate. L’idea di trasformare un giorno questa passione in una professione mi ha sfiorata più e più volte, ma per ora non sono ancora uscita dal guscio.

3. Quali sensazioni si sprigionano in te, una volta che hai preparato un buon piatto o scattato una buona foto?

La soddisfazione. Banale a dirsi, ma quanto è vero! Non c’è niente di meglio che sentirsi soddisfatti del proprio lavoro. Anche fosse una semplice ciambella! E poi è un toccasana per l’autostima.

4. Con quali pietanze ti diletti meglio? E quali preferisci fotografare?

Mi rendo conto di essere più brava a fotografare i dolci, nella cui composizione posso unire fiori e colori, sebbene io a tavola preferisca il salato! Mi piace fotografare torte, un po’ meno invece fotografare pasta e secondi piatti. Mi diverto poi un sacco con gli aperitivi e gli antipasti!

5. In che modo riesci a conciliare la passione che metti nell’aggiornare il tuo blog con la tua professione?

Questa è una bella domanda. La mia professione di traduttrice freelance, che dovrebbe potermi lasciare del tempo libero da dedicare al blog, a volte si trasforma in un’arma a doppio taglio. Non ci sono sabati, domeniche, festività. Le scadenze sono scadenze e così diventa anche per il blog visto che cerco di creare una scaletta anche per i miei post e a volte incastrare tutto diventa complicato. Altro che momenti liberi, insomma… Ma in fin dei conti è un vero piacere!

6. Come vorresti proseguire nell’ambito del food? C’è qualche specializzazione che vorresti approfondire?

Mi piacerebbe fare dei corsi di foodphotography per affinare le tecnica e soprattutto allargare le mie prospettive e imparare a guardare da più punti di vista. Non escludo dei corsi di perfezionamento anche in ambito pasticceria, che è da sempre è una grande sfida. Ogni tanto immagino di poter realizzare dei capolavori come quelli dei grandi maestri… chissà, un giorno!

Per la ricetta di Sara Crocchette di cous cous di zucchine alla menta dovrete procurarvi 250 g di zucchine, 150 g di cous cous, 80 g di ricotta di pecora, parmigiano, curcuma, menta…. per tutti i particolari e il procedimento v’invito a passare dal suo blog direttamente a questo link troverete le indicazioni per la sua ricetta davvero squisita e tipicamente estiva!

Crocchette zucchine e menta e app di contemporaneofood

 

Mentre noi  per questa rubrica ci diamo appuntamento alla prossima volta.

Se sei un/a blogger o appassionato di food e foodphotography e vuoi partecipare a questa iniziativa, contattaci ai seguenti link nella chat privata di Instagram, ne saremo felici: Paprika e Cannella, Federica Tommei o Contemporaneofood, Cristina Saglietti.

 

Print Friendly, PDF & Email
More from Federica Tommei

Lemon bars, barrette al limone

Lemon bars, barrette al limone e la metafora del principe sparito, uno...
Read More

2 Comments

Comments are closed.